Ultima modifica: 21 Febbraio 2022
> L’Istituto > Modello organizzativo

Modello organizzativo

Modello organizzativo a.s. 2021/2022.

Viste le delibere Collegiali a.s. 2020/2021 e a.s. 2021/2022;

si riporta di seguito l’organizzazione corrente anno scolastico:

1° Collaboratore del Dirigente Scolastico: Prof.ssa Carmela PETOLICCHIO

2° Collaboratore del Dirigente Scolastico: Prof. Alfonso Palumbo

Referente Scuola dell’Infanzia; Curricolo Infanzia, PTOF; Referente progetti Scuola dell’Infanzia,

Componente Commissione PTOF, Componente NIV: SPENA Sandra

N. 5 Aree FF.SS.:

1Curricolo Primaria, PTOF, Referente progetti Scuola Primaria; Tutor coordinatore attività di tirocinio: LUONGO Donatella

2Curricolo Secondaria I grado, PTOF, Referente progetti Scuola Secondaria I Grado; Referente

Formazione: MELCHIONDA Sonia

3Bisogni Educativi Speciali e Inclusione (Alunni diversamente abili), PTOF, PAI: GIARLETTA Antonella

4Continuità e Orientamento; Referente prevenzione e contrasto al bullismo e cyberbullismo- Legalità-Educazione civica: PTOF: PETOLICCHIO Maria Rosa

5Autovalutazione d’Istituto e Valutazione apprendimenti, PTOF:

A– VALUTAZIONE APPRENDIMENTI: LARDIERI Stefania

B– VALUTAZIONE-INVALSI e C-AUTOVALUTAZIONE: SOMMA Carmine

Commissione PTOF

(costituita da DS, Docente Collaboratori del DS, DSGA, Referente Scuola dell’Infanzia, FF.SS., Animatore Digitale, Referente PdM)

 

Area di intervento: documenti di verifica-valutazione PTOF e proposte per il successivo anno scolastico; redazione del documento PTOF su piattaforma ministeriale.

Commissione Continuità

Referente PdM: Carmine SOMMA

Nucleo Interno di Autovalutazione (NIV)

costituito da DS, Docente Collaboratore del DS, DSGA, Referente PdM, Animatore Digitale, FF.SS., Referente Scuola dell’Infanzia

Gruppi di lavoro in verticale dalla Scuola dell’Infanzia alla Secondaria di I Grado per la revisione del Curricolo verticale per competenze con riferimento ai nuclei fondanti delle discipline (come da Indicazioni Nazionali 2012)

Vedere PdM

Referente Lingue comunitarie: Somma Carmine

Commissione Lingue comunitarie

Coordinatori-Referenti plessi scuole dell’infanzia, primarie e secondaria I grado (N. 9 plessi)

Scuola dell’Infanzia Arcobaleno: Vitolo Carmela

Scuola dell’Infanzia Campo Sportivo: Rossi Valeria Doriana

Scuola dell’Infanzia Sant’Antonio: Siani Anna Maria Scuola dell’Infanzia Sorriso di Bimbi: Spena Sandra Scuola Primaria Campo Sportivo: Beatrice Gabriella Scuola Primaria Corvinia: Ferro Rita

Scuola Primaria Dante Alighieri: Procida Rosanna Scuola Primaria Sant’Antonio: Vicinanza Maria Scuola Secondaria di I Grado: Carmela Petolicchio

Sostituti Referenti/Coordinatori plessi scuole dell’infanzia, primarie e secondaria I grado

Scuola dell’Infanzia Arcobaleno: Lucia Forte

Scuola dell’Infanzia Campo Sportivo: Maria Caterina Sgaraglia

Scuola dell’Infanzia Sant’Antonio: Irma Moscarella

Scuola dell’Infanzia Sorriso di Bimbi: Simona Basso

Scuola Primaria Campo Sportivo: Antonietta Scarpato

Scuola Primaria Corvinia: Michele Alessio

Scuola Primaria Dante Alighieri: Paola Fortunato

Scuola Primaria Sant’Antonio: Maurilia Morcaldi

Scuola Secondaria di I Grado: Lardieri Stefania

Referente Indirizzo musicale: Nunzia Mogavero

Referente DSA: Boccia Francesca

 

Commissione DSA

Aree di interesse: DSA.

Referente Intercultura: Comentale Maria Rosaria

Commissione Intercultura

Aree di interesse: Intercultura, alunni stranieri, alunni adottati.

Referente Istruzione domiciliare: Di Nocera Eleonora

Commissione per il contrasto al bullismo e cyberbullismo (Referente F.S. Continuità e Orientamento – Vedere Area di competenza della FS)

Dipartimenti

Referenti Dipartimenti – Classi parallele Scuola Primaria (N. 5)

Classi prime: Vitale Paola

Classi seconde: Fortunato Paola

Classi terze: Beatrice Gabriella

Classi quarte: Procida Rosanna

Classi quinte: Pierro Rita

Referenti Dipartimenti Scuola Sec. I grado (N. 3) Dipartimento ambito-linguistico: Lardieri Stefania

Dipartimento Area Matematica-Scientifica-tecnologica: Vasso Roberta

Dipartimento artistico-espressivo: Foglia Katiuscia

Coordinatori di classe Scuola Primaria Dante Alighieri:

Classi Prime: VITALE PAOLA (1A) – CECERE VITTORIA (1B) – BRUNO GIUSEPPINA (1C) – MAROTTA CRISTINA (1D) –

Classi Seconde: FORTUNATO PAOLA (2A) – MANZELLA ELEONORA (2B) – CARDONE EMILIA (2C)

Classi Terze: CONCILIO IRENE (3A) – SCOTILLO ANTONELLA (3B) – SINFOROSA ROSARIA (3C)

Classi Quarte: SALVATORE PATRIZIA (4A) – PROCIDA ROSANNA (4B) – DE STEFANO ROSA (4C)

Classi Quinte: SALVATORE ANTONELLA (5A) – MOLLO ANGELA (5B) – DE DONATO VINCENZA (5C)

Coordinatori di classe Scuola Primaria Campo Sportivo:

Classe Prima: PICA ANGELA

Classe Seconda: VASSALLO ANNALISA

Classe Terza: SCARPATO ANTONIETTA

Classe Quarta: CAMMARANO CLAUDIA

Classe Quinta: PORRICIELLO ANNAMARIA

 

Coordinatori di classe Scuola Primaria S. Antonio:

Classi Prime: NATELLA M.RITA (1A) – GARZILLO MARIA (1B)

Classe Seconda: MILANO MARIA (2A)

Classi Terze: MORCALDI MAURILIA (3A) – NOSCHESE FILOMENA (3B)

Classi Quarte: MERCURIO VALENTINA (4A) – CAPRARA MONICA (4B)

Classe Quinta: PIERRO RITA

Coordinatori di classe Scuola Primaria Corvinia:

Classe Prima: DELLO IACONO M. ANTONELLA

Classe Seconda: CITRO CARMELA-

Classe Terza: BISOGNI ANNABELLA

Classe Quarta: ALESSIO MICHELE

Classe Quinta: CIOFFI ROSA

Coordinatori di classe Scuola Secondaria di I grado:

Classi Prime: Melchionda Sonia (1A), Comentale Maria Rosaria (1B), Vasso Roberta(1C), Iarocci Maria(1D), Falcetano Patrizia(1E), Lardieri Stefania(1F).

Classi Seconde: Barra Giuseppina(2A), Ruggiero Gaetana(2B), Lofrano Francesca(2C), Boccia Francesca(2D), Vassallo Giovanna(2E), D’Alessio Donato(2F).

Classi Terze: Ferro Patrizia(3A), Cataldo Sandra(3B), Franco Giovanna(3C), Somma Carmine(3D), Bilotta Filomena(3E), Comentale Maria Rosaria(3F).

Webmaster: Palumbo Alfonso

Animatore digitale: Palumbo Alfonso

Tutors docenti neoimmessi in ruolo:

Sgaraglia Mariacaterina – Natella Maria Rita – Vitale Paola – Manzella Eleonora -Alfano Rosanna – Petolicchio Maria Rosa – D’Andrea Rosa

Referente Progetto Lettura: Morcaldi Maurilia

Referente “Attività motoria + Progetto Pallavolo- Scuola Primaria”: Fortunato Paola

Referente “Giochi Sportivi studenteschi + Progetto Pallavolo-Scuola Secondaria”: Gallo Giulia e Stanzione Arnaldo

Referente “Frutta e verdura nelle scuole” – “Latte nelle scuole” – “Progetto Ruralimbiente”: Rita Ferro

Referenti COVID

Referente di Istituto: Alfonso Palumbo

Referenti di plesso: Coordinatrici di plesso

Aree di intervento

1° Collaboratore del Dirigente Scolastico

L’incarico affidato si articola nello svolgimento delle seguenti funzioni delegate, in nome e per conto del Dirigente con piena autonomia nel rispetto delle direttive impartite:

  • sostituzione del Dirigente Scolastico in caso di sua assenza o impedimento;
  • partecipazione alle riunioni di coordinamento (Staff) indette dal Dirigente scolastico;
  • Collaborazione con il Dirigente scolastico nella pianificazione dell’attività didattica:
  • predisposizione di circolari e ordini di servizio;
  • coordinamento dei plessi tramite una rete di comunicazioni, collaborazioni,condivisioni di materiali con i responsabili
  • funzioni di segretario verbalizzante delle riunioni del Collegio dei docenti;
  • coordinamento e supervisione dei calendari delle attività didattiche e funzionali;
  • supporto per le questioni relative a sicurezza e tutela della privacy;
  • partecipazione alle riunioni di coordinamento (Staff);
  • aggiornamento e coordinamento del PTOF;
  • coordinamento azione promozionale di iniziative poste in essere dall’Istituto;
  • organizzazione di eventi e manifestazioni, anche in collaborazione construtture/enti esterni;
  • partecipazione, su delega del Dirigente scolastico, a riunioni presso gli Ufficiscolastici periferici;
  • Collaborazione con il DSGA e con l’Ufficio di segreteria;

Relativamente alla Scuola Secondaria di I grado– COORDINAMENTO del plesso “D. Zoccola”:

  1. coordina le sostituzioni, permessi, recuperi, ore eccedenti e accoglienza dei nuovi docenti;
  2. coordina la vigilanza da parte del personale in servizio;
  3. gestisce i permessi di entrata ed uscita degli alunni e le varie manifestazioni;
  4. predispone, sotto la supervisione del DS, l’orario scolastico;
  5. coordina l’attività didattica relativamente a: esame di stato, simulazione prove d’esame, esami integrativie di idoneità, per quanto di sua competenza;
  6. collabora per la formazione delle classi, per organici e cattedre docenti;
  7. vigila l’accesso nei locali scolastici degli alunni dopo l’orario di lezione e di persone estranee (rappresentanti di libri..) solo se autorizzati dall’ ufficio di Presidenza;
  8. controlla la pulizia dei locali, segnalando formalmente agli Uffici di Presidenza e di Segreteria eventuali disfunzioni, carenze o disservizi;
  9. coordina e controlla gli atti relativi (preparatori e consequenziali) all’adozione dei libri di testo;
  10. coordina, monitora e controllo degli atti relativi (preparatori e consequenziali) alla valutazione periodica ed agli scrutini finali, anche in collaborazione della funzione strumentale;
  11.  collabora con il DSGA per attività del personale Ata;
  • Tiene rapporti con la segreteria, anche ai fini della predisposizione/gestione della modulistica interna per quanto di sua competenza;
  • presiede riunioni informali e/o formali su mandato del DS;
  • riporta al DS eventuali problematiche relative a sicurezza e privacy;
  • in caso  di  forza  maggiore  ed  in  presenza  di  circostanze  impreviste  che  richiedano  immediati provvedimenti, ove assente il dirigente scolastico, assunzione di iniziative tendenti alla salvaguardia dell’incolumità delle persone, alla tutela dei locali, delle attrezzature, fatto salvo l’obbligo della immediata comunicazione al dirigente scolastico;
  • comunica immediatamente disguidi organizzativi e anomalie di comportamento e di inosservanza delle disposizioni legislative e regolamentari, nonché delle disposizioni interne di servizio da parte di soggetti interni alla scuola (alunni, docenti, personale non docente);
  • collabora con il Dirigente scolastico nel coordinamento dei compiti ed attività svolti dalle funzioni strumentali e referenti di progetto tutti;
  • Organizza incontri e laboratori di continuità su classi ponte fra i tre gradi di scuola;
  • Organizza il lavoro di dipartimenti di aree disciplinari;
  • Eventuali altri incarichi che il DS riterrà opportuno affidare nel corso dell’anno per assicurare il migliore svolgimento della vita scolastica.

Il collaboratore è tenuto  a realizzare le attività assegnate e a correlarsi con gli altri componenti dello staff  d’Istituto (Funzioni  strumentali,  ecc.),  informando  puntualmente  il  Dirigente  scolastico  sulle attività svolte attraverso la redazione di report periodici e finali.

2° Collaboratore del Dirigente Scolastico

L’incarico affidato si articola nello svolgimento delle seguenti funzioni delegate, in nome e per conto del Dirigente, con piena autonomia operativa nel rispetto delle direttive impartite, in coordinamento e sussidiarietà con le funzioni delegate al Primo Collaboratore del Dirigente:

  • Sostituire il Dirigente scolastico in caso di assenza anche del primo collaboratore del DS, su direttive del
    DS e principi a cui conforma ogni altra funzione delegata;
  • in assenza del primo collaboratore: provvede alla ricognizione quotidiana e tempestiva dei docenti assenti e alla loro sostituzione per la vigilanza degli alunni, attribuzione ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti, in casi strettamente necessari;
  • in assenza del primo collaboratore: disporre le variazioni dell’orario scolastico nonché le uscite anticipate o gli ingressi posticipati degli studenti nei giorni in cui è notificata l’assenza del docente, per le classi per le quali non è possibile effettuare sostituzioni;
  • collaborare con il Dirigente Scolastico e con il Primo collaboratore nell’esame e nell’attuazione dei progetti di istituto;
  • coordinare gruppi di lavoro, team docenti, Dipartimenti disciplinari, referenti di progetto, commissioni;
  • in assenza del primo collaboratore: sostituire il Dirigente nei colloqui con le famiglie e con gli alunni, nelle relazioni con gli enti esterni, concordando con il DS le linee di condotta e gli orientamenti forniti;
  • tenere regolari contatti telefonici o telematici con la Dirigente;
  • in caso di assenza o impedimento del Dirigente e in assenza del primo collaboratore:, sostituirlo nella Presidenza degli 00.CC. (Collegio dei Docenti, Giunta Esecutiva, Consigli di Classe, scrutini);
  • vigilare sul buon andamento dell’Istituzione scolastica e sul diligente adempimento degli obblighi contrattuali da parte dei dipendenti, riferendo al Dirigente anomalie o violazioni;
  • provvedere alla gestione delle classi e alla vigilanza, in caso di sciopero del personale, in osservanza delle norme che regolano il diritto di sciopero e delle norme che regolano l’obbligo di vigilanza sui minori;
  • provvedere all’organizzazione di Piani quali: ricevimento dei genitori, sorveglianza e vigilanza durante intervallo, assemblee di classe di inizio anno, spostamenti di classi e orari per progettualità specifiche;
  • curare la comunicazione interna ed esterna relativa ad aspetti organizzativi e/o legati alla pianificazione delle attività;
  • partecipare allo Staff Dirigenziale;
  • collaborare con il dirigente nella definizione dell’organico dell’istituto, nell’organizzazione delle cattedre e nell’assegnazione dei Docenti alle classi;
  • sostituire il Dirigente, in caso di sua assenza o impedimento, o in caso di assenza o impedimento del primo collaboratore, in riunioni di plesso o gruppi di Lavoro che prevedono la sua presenza e nelle manifestazioni di Istituto.
  • Coordinare insieme al primo collaboratore del DS i lavori dei gruppi di autovalutazione, NIV, Piano di Miglioramento, PTOF;
  • Applicazione del regolamento Anti-Covid19;
  • Vigilanza in merito alla sicurezza e all’igiene dell’edificio in collaborazione con gli addetti del servizio di prevenzione e protezione, con l’impegno di segnalare al DS e alla DSGA qualsiasi situazione possa richiedere un intervento di manutenzione ordinaria e/o straordinaria per consentire di inoltrare la richiesta agli uffici competenti;
  • Curare la strutturazione dei quadri orari delle lezioni nel rispetto della didattica;
  • Coordinamento delle attività di documentazione educativa e organizzativa della scuola primaria; Supporto ai flussi informativi e comunicativi interni ed esterni.

Inoltre in caso di assenza o impedimento sia del Dirigente che del Primo Collaboratore del Dirigente, sono attribuite tutte le funzioni delegate al Primo Collaboratore del Dirigente relativamente agli adempimenti urgenti e indifferibili, d’intesa con il Dirigente e nel rispetto delle direttive impartite.

Referente Scuola dell’Infanzia; Curricolo Infanzia, PTOF; Referente progetti Scuola dell’Infanzia, Componente Commissione PTOF, Componente NIV:

Coordinatore-Referente plesso scuola dell’infanzia “Sorriso di Bimbi” (vedere sezione “Coordinatori plessi”)

Referente Curricolo Infanzia, PTOF; Referente progetti Scuola dell’Infanzia, Componente Commissione

PTOF, Componente NIV.

  1. 5 Aree FF.SS. – N. 6 Incarichi:

1 Curricolo Primaria, PTOF, Referente progetti Scuola Primaria; Tutor coordinatore attività di tirocinio

Coordinamento Curricolo Nazionale e Locale Scuola Primaria e sua realizzazione, attività di elaborazione UdA scuola primaria, attività del PTOF scuola primaria e Dipartimenti scuola primaria; Partecipazione alla commissione PTOF ed aggiornamento documento.

Partecipazione alle attività di Verifica e valutazione PTOF e Proposte di integrazione/modifica PTOF con elaborazione del documento unitario, da sottoporre al Collegio dei Docenti di giugno 2022. Produzione materiali relativi alle aree di competenza per il sito web dell’Istituzione scolastica. Referente progetti Scuola Primaria non affidati ad altri docenti.

Monitoraggio sul gradimento e l’efficacia dei progetti dell’Offerta Formativa d’Istituto (questionari) e Monitoraggio e valutazione dei livelli di soddisfazione dell’utenza (customer satisfaction) in collaborazione con FF.SS. “PTOF” e “AUTOVALUTAZIONE”.

Tutor coordinatore attività di tirocinio.

2 Curricolo Secondaria I grado, PTOF, Referente progetti Scuola Secondaria I Grado; Referente Formazione

Coordinamento Curricolo Nazionale e Locale Scuola Secondaria I grado e sua realizzazione, attività elaborazione UdA, attività PTOF e Dipartimenti Scuola Secondaria I grado. Partecipazione alla commissione PTOF ed aggiornamento documento.

Referente Formazione del personale: Analisi dei bisogni formativi ed elaborazione Piano di formazione del

personale scolastico; supporto all’organizzazione delle attività di aggiornamento e formazione in servizio interne e/o in rete con altre Scuole e valutazione dell’efficacia dei progetti di formazione; informazione sulle iniziative di formazione on line e in presenza; raccolta e diffusione di materiali didattici (costituendo un archivio di documentazione).

Monitoraggio sul gradimento e l’efficacia dei progetti dell’Offerta Formativa d’Istituto (questionari) e Monitoraggio e valutazione dei livelli di soddisfazione dell’utenza (customer satisfaction) in collaborazione con FF.SS. “PTOF” e “AUTOVALUTAZIONE”.

Partecipazione alle attività di Verifica e valutazione PTOF e Proposte di integrazione / modifica PTOF con elaborazione del documento unitario, da sottoporre al Collegio dei Docenti di giugno 2022.

Referente progetti Scuola Secondaria non affidati ad altri docenti.

Produzione materiali relativi alle aree di competenza per il sito web dell’Istituzione scolastica.

3 Bisogni Educativi Speciali e Inclusione (Alunni diversamente abili), PTOF, PAI

Modelli PEI; supporto redazione PEI.

Rapporti con l’Ente Locale e il Piano di zona (assistenza specialistica). Supporto agli insegnanti di nuova nomina su posto di sostegno.

Supporto all’organizzazione: rapporti con i centri di riabilitazione e con l’equipe psico-pedagogica della ASL. Coordinamento degli orari relativi al sostegno e agli assistenti specialistici.

Coordinamento GLI. Organizzazione Gruppi di Lavoro Operativi per l’inclusione. Supporto area alunni con BES non certificati; supporto redazione PDP. Redazione e verifica PAI.

Rilevazione delle esigenze di organico di diritto e di fatto. Supporto ai genitori: consulenza e segnalazioni.

Cura della documentazione relativa all’Area.

Supporto nell’organizzazione delle procedure relative alle prove INVALSI delle classi di scuola Primaria e Secondaria per gli alunni diversamente abili.

Promozione di attività di formazione e ricerca-azione per innalzare la qualità del servizio offerto dall’Istituto

per l’inclusione. Partecipazione agli incontri di rete e seminari di studi sulla tematica. Partecipazione alla commissione PTOF ed aggiornamento documento.

Partecipazione alle attività di Verifica e valutazione PTOF e Proposte di integrazione / modifica PTOF con elaborazione del documento unitario, da sottoporre al Collegio dei Docenti di giugno 2022.

Produzione materiali relativi alle aree di competenza per il sito web dell’Istituzione scolastica.

4 Continuità e Orientamento; Referente prevenzione e contrasto al bullismo e cyberbullismo-Legalità-Educazione civica;

Continuità e orientamento:

Organizzazione incontri e laboratori di continuità su classi ponte fra i tre gradi di scuola. Organizzazione del lavoro di dipartimenti di aree disciplinari per l’area di competenza. Elaborazione delle griglie per il giudizio orientativo e supporto ai docenti.

Organizzazione di iniziative di orientamento in collaborazione con le scuole secondarie del territorio e delle associazioni professionali.

Monitoraggio sistematico dei risultati degli studenti nel passaggio da un grado di scuola all’altro.

Referente per le azioni di prevenzione e contrasto al bullismo e cyberbullismo-Legalità.

Educazione civica: Coordinamento delle attività di progettazione, organizzazione, attuazione delle attività di Educazione Civica. Favorire l’attuazione dell’insegnamento dell’educazione civica attraverso azioni di tutoring, di consulenza, di accompagnamento, di formazione e supporto alla progettazione. Monitorare le diverse esperienze e le diverse fasi, in funzione della valutazione dell’efficacia e funzionalità delle diverse attività. Promuovere esperienze e progettualità innovative e sostenere le azioni introdotte in coerenza con le finalità e gli obiettivi del nostro Istituto.

Monitorare, verificare e valutare il tutto al termine del percorso. Socializzare le attività relative alle aree di competenza agli Organi Collegiali.

Partecipazione alla commissione PTOF ed aggiornamento documento.

Partecipazione alle attività di Verifica e valutazione PTOF e Proposte di integrazione / modifica PTOF con elaborazione del documento unitario, da sottoporre al Collegio dei Docenti di giugno 2022. Produzione materiali relativi alle aree di competenza per il sito web dell’Istituzione scolastica.

5 Autovalutazione d’Istituto e Valutazione apprendimenti, PTOF

A– VALUTAZIONE

Promozione e coordinamento sistema di valutazione degli apprendimenti e del comportamento (anche per alunni con BES):

-Criteri e modalità comuni di valutazione degli apprendimenti;

-Criteri e modalità comuni di valutazione del comportamento;

-Corrispondenza tra livelli di apprendimento e voti in decimi (definendo rubriche valutative ,descrittori,

ecc…);

-Criteri generali per la non ammissione alla classe successiva. Redazione modelli dei Documenti di valutazione.

Coordinamento e realizzazione prove standardizzate d’istituto (iniziali, intermedie e finali).

Analisi degli esiti della valutazione annuale con lettura diacronica (triennio) su classi campione e dei dati annuali (elaborazione grafici).

Monitoraggio degli esiti delle rilevazioni bimestrali degli apprendimenti e rielaborazione in forma grafica degli stessi.

Promozione di attività di ricerca-azione nell’ambito della valutazione degli apprendimenti.

Supporto all’Autovalutazione di istituto:

-Attivare iniziative di autovalutazione dell’azione didattica per individuare ambiti di miglioramento

-Delineare piste di lavoro per la valutazione degli alunni che mettano in relazione gli obiettivi di apprendimento, le prove di verifica e la valutazione

-Attivare Azioni di monitoraggio connesse alle aree di competenza.

Curare la conoscenza dei documenti normativi e ministeriali relativi alle aree di competenza e promuove azioni coerenti con essi all’interno dell’Istituto scolastico.

B– VALUTAZIONE-INVALSI

Supporto all’organizzazione delle simulazioni e delle prove nazionali INVALSI 2021/2022.

Lettura e analisi comparata degli esiti delle prove INVALSI e condivisione degli stessi con Dipartimenti/ Collegio.

Promozione e coordinamento di momenti formalizzati di confronto- discussione- analisi delle prove standardizzate.

Analisi e lettura comparata dei dati delle prove INVALSI in senso diacronico negli ultimi tre anni. Promozione e coordinamento di percorsi di ricerca/azione sulle prove standardizzate. Coordinamento attività di inserimento dati prove INVALSI in piattaforma.

C– AUTOVALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO

Redazione e aggiornamento periodico del Rapporto di Autovalutazione (RAV);

Studio, ricerca, autoaggiornamento, reperimento di materiali utili in relazione all’area di competenza; Partecipazione a iniziative di formazione in presenza e in modalità e-learning;

Partecipazione alle riunioni del Nucleo per l’Autovalutazione e il Miglioramento; Condivisione dei processi e degli esiti con la più ampia comunità scolastica;

Monitoraggio sul gradimento e l’efficacia dei progetti dell’Offerta Formativa d’Istituto (questionari) e Monitoraggio e valutazione dei livelli di soddisfazione dell’utenza (customer satisfaction) in collaborazione con le FF.SS. PTOF.

Partecipazione alla commissione PTOF ed aggiornamento documento.

Partecipazione alle attività di Verifica e valutazione PTOF e Proposte di integrazione/modifica PTOF con elaborazione del documento unitario, da sottoporre al Collegio dei Docenti di giugno 2022.

Produzione materiali relativi alle aree di competenza per il sito web dell’Istituzione scolastica.

Commissione PTOF

(costituita da DS, DocentI Collaboratori del DS, DSGA, Referente Scuola dell’Infanzia, FF.SS., Animatore

Digitale, Referente PdM, Assistente amministrativo ricoprente l’incarico di supporto all’area progettuale)

Area di intervento: documenti di verifica-valutazione PTOF e proposte per il successivo anno scolastico;

redazione-aggiornamento del documento PTOF su piattaforma ministeriale.

Cura la stesura del Piano Triennale dell’Offerta Formativa;

si occupa delle proposte di iniziative didattiche e di arricchimento dell’offerta formativa;

cura la stesura di versioni ridotte informative e divulgative del PTOF (mini PTOF);

cura il monitoraggio sulle attività svolte e sul grado di soddisfazione dell’utenza;

individua priorità progetti; verifica completezza e coerenza interna dei progetti presentati;

verifica-valutazione PTOF; proposte nuovo PTOF;

azioni di raccordo con il territorio: individuazione dei bisogni formativi e valutazione dei progetti esterni;

produzione di documenti di sintesi per il Collegio dei Docenti.

Commissione Continuità

Componenti: Docenti delle classi ponte dei diversi ordini di scuola. Coordinamento: F.S. Orientamento e continuità.

Compiti: incontri all’inizio e al temine dell’anno scolastico per la conoscenza dei bisogni formativi degli alunni e per la formazione delle classi.

Finalità: favorire la continuità nelle annualità ponte.

Referente PdM

Coordinamento redazione ed aggiornamento del Piano di Miglioramento (PdM); studio, ricerca, autoaggiornamento, reperimento di materiale utile; partecipazione a iniziative di formazione in presenza e in modalità e-learning; partecipazione alle riunioni del Nucleo per l’Autovalutazione e il Miglioramento; condivisione dei processi e degli esiti con la più ampia comunità scolastica; monitoraggio e controllo del PdM;

partecipazione al riesame.

Nucleo Interno di Autovalutazione (NIV)

(costituito da DS, Docente Collaboratore del DS, DSGA, Referente PdM, Animatore Digitale, Referente Scuola dell’Infanzia, FF.SS.)

Contributo alla redazione e agli aggiornamenti del Rapporto di Autovalutazione (RAV) e del conseguente Piano di Miglioramento (PdM);

studio, ricerca, autoaggiornamento, reperimento di materiali utili;

raccolta dati ed elaborazione degli stessi ai fini dell’aggiornamento dei documenti; Sostenere la realizzazione delle azioni inserite nel Piano di Miglioramento. Monitoraggio e calibratura delle azioni pianificate nel Piano di Miglioramento; Definizione di piste di miglioramento.

Riesame.

Attività di Valutazione – Comunicazione – Documentazione. Redazione della Rendicontazione sociale e del Bilancio Sociale.

Gruppi di lavoro in verticale

dalla Scuola dell’Infanzia alla Secondaria di I Grado per la revisione del Curricolo verticale per competenze

con riferimento ai nuclei fondanti delle discipline (come da Indicazioni Nazionali 2012) – Vedere PdM.

Referente Lingue comunitarie Redazione Progetto Lingue comunitarie; Programmazione delle attività;

Coordinamento realizzazione delle iniziative riguardanti le lingue comunitarie e relative certificazioni. Favorire la più ampia informazione sulle modalità di adesione alle singole iniziative e sulle opportunità che l’eventuale partecipazione offre agli studenti;

Raccogliere le adesioni da parte dei docenti coordinatori dei consigli di classe;

Tenere rapporti diretti con l’Ente certificatore / gli enti certificatori al/ai quale/i si riterrà di aderire nel corrente anno scolastico;

Curare il monitoraggio delle attività, la documentazione a cura dei soggetti coinvolti, la relazione finale, la programmazione per il successivo anno scolastico;

Riferire periodicamente al Dirigente Scolastico sullo stato dell’arte;

Inviare le eventuali informazioni per la pubblicazione sul sito e verificare che siano aggiornate.

Coordinatori-Referenti plessi Scuole dell’infanzia, primarie e secondaria

I grado (N. 9 plessi)

Relazioni con Dirigente e Uffici di Segreteria

Collaborazione con il Dirigente Scolastico, i Docenti Collaboratori del Dirigente Scolastico e l’Ufficio di segreteria per l’organizzazione delle attività del plesso; Consegna, all’inizio dell’anno scolastico, dell’orario del plesso-

Partecipazione ad incontri periodici di staff presso l’Ufficio di presidenza;

Partecipazione ad incontri periodici con il Dirigente Scolastico nel plesso di appartenenza per verifica tenuta

documentazione del plesso;

Organizzazione sostituzione temporanea del personale docente assente con il supporto della segreteria; Organizzazione, con il Dirigente Scolastico e gli altri responsabili di plesso, del calendario delle manifestazioni.

Coordinamento attività organizzative – attività educativo-didattiche

Predisposizione dell’orario delle lezioni e successive modifiche relativamente ad ulteriori necessità del

plesso;

Vigilanza sul rispetto degli orari deliberati dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio di Istituto da parte dei singoli docenti (orario di servizio) e degli alunni;

Organizzazione del servizio dei docenti, in accordo con il Dirigente Scolastico, in caso di assemblee e scioperi; Organizzazione attività del plesso:

Ricognizione e comunicazione al Dirigente scolastico delle esigenze del plesso; Vigilanza sull’ingresso di estranei non autorizzati;

Vigilanza   sul   regolare   svolgimento   delle   attività   educativo-didattiche  ed    eventuali assenze del personale;

Organizzazione del recupero delle ore non lavorate per la concessione dei permessi brevi, nonché tutte le temporanee modifiche delle modalità di funzionamento direttamente connesse alla concessione  di tali permessi, oltre che alle assenze di breve durata del personale e ai diversi impieghi delle ore cosiddette di eccedenza/contemporaneità;

Adozione delle iniziative necessarie per la vigilanza dei bambini in caso di assenza/ritardo dell’insegnante di turno;

Riorganizzazione dell’orario di servizio dei docenti in caso di manifestazioni o di uscite didattiche e visite guidate;

Organizzazione della vigilanza degli alunni, eventualmente presenti, in caso di sciopero;

Verifica periodica della corretta igiene e pulizia degli ambienti scolastici e comunicazione di eventuali disfunzioni / non conformità al DSGA;

Vigilanza sull’operato dei Collaboratori scolastici in relazione ala rilevazione quotidiana del numero dei pasti da erogare.

Segnalazione al DSGA di eventuali esigenze di lavoro straordinario per il personale ausiliario e convalida, in accordo con il DSGA, delle prestazioni delle ore aggiuntive.

Gestione tempo scuola e spazi scolastici (aule-laboratori-biblioteche, ecc.);

Cura dei rapporti scuola-famiglia (tenendo i contatti con esse nelle situazioni maggiormente problematiche);

Vigilanza sull’obbligo scolastico con la rilevazione dei casi di scarsa frequenza degli alunni.

Realizzazione normativa sulla sicurezza:

Ricopre il ruolo di preposto ai sensi dell’art.19 del D. Lgs. n. 81/2008;

Collaborazione con il Dirigente, con il RSPP e con il R.L.S. per tutti gli aspetti connessi alla sicurezza;

ricognizione e segnalazione interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione; segnalazione immediata di qualsiasi situazione di pericolo o di disservizio; segnalazione eventuali eventi di furto/atti vandalici;

pubblicità organigramma addetti all’emergenza;

coordinamento prove di evacuazione – consegna modelli avvenuta prova di evacuazione dopo averne verificato l’accurata compilazione;

compilazione registri controlli periodici/altri registri dei controlli;

partecipazione incontri con RSPP;

formazione specifica;

Verifica della  corretta  utilizzazione  delle  strutture,  dei  locali  e  delle  attrezzature,  in  collaborazione rispettivamente con il  referente  dei  laboratori,  il responsabile  del  servizio  di prevenzione e protezione (RSPP) e il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS);

Segnala eventuali esigenze che dovessero emergere nel corso dell’anno scolastico.

Consegnatario dei beni del plesso

Controllo e custodia dei sussidi didattici.

L’incarico può comportare la prestazione di ore aggiuntive l’orario di servizio.

Sostituti Coordinatori-Referenti plessi scuole dell’infanzia, primarie e secondaria I grado

Referente Indirizzo musicale

rapporti con il Dirigente Scolastico e con i Docenti Collaboratori del Dirigente Scolastico circa le esigenze

organizzative;

predisposizione dell’orario delle lezioni ed eventuali successivi adeguamenti, se necessario;

curare il corretto e regolare funzionamento delle attività di strumento musicale e le relazioni interne ed esterne;

sostituzione dei docenti assenti e comunicazione delle assenze in segreteria;

verifica recupero permessi;

collaborazione con i rappresentanti del servizio di prevenzione e sicurezza;

controllo e custodia dei sussidi didattici e sub-consegnatario responsabile degli stessi come da elenchi/inventario depositati agli Atti;

vigilanza sull’obbligo scolastico con la rilevazione frequenza alunni mensile;

segnalazione eventi di furto/atti vandalici;

partecipazione agli incontri di Staff.

Referente DSA

Coordinare le attività inerenti all’inclusione degli alunni in situazione di D.S.A.;

Predisporre i modelli di P.D.P e socializzarli;

Coadiuvare i coordinatori di classe e i colleghi nel corretto approccio ai D.S.A.;

Sollecitare il più ampio dibattito tra i docenti e impegnando tutto il gruppo nella ricerca di proposte, elaborazioni, soluzioni unitarie in ordine a:

-iniziative di promozione dell’innovazione metodologico-didattica;

-monitoraggio delle iniziative attuate;

Favorire per i docenti la consulenza psicopedagogica per un più efficace approccio didattico a favore degli alunni in difficoltà;

Curare le comunicazioni Scuola-Famiglia in riferimento all’ambito di competenza ed in collaborazione con l’ufficio amministrativo preposto;

Raccordi con i consigli di classe interessati;

Collaborare con la F.S. per l’Inclusione alla redazione ed aggiornamento del PAI; Coordinare le richieste di risorse e supporti didattici specifici;

Favorire la diffusione della conoscenza del relativo protocollo adottato dall’Istituzione scolastica;

Inviare le eventuali informazioni per la pubblicazione sul sito e verificare che siano aggiornate.

 

Referente Intercultura

(Alunni stranieri, Alunni adottati)

Coordinare la progettazione dell’accoglienza degli alunni stranieri ed adottati con i team docente/consigli di

classe interessati;

Pianificare gli eventuali interventi di lingua italiana per tali alunni e monitorarne l’andamento;

Coadiuvare i coordinatori di classe e i colleghi nel corretto approccio agli alunni;

Sollecitare il più ampio dibattito tra i docenti e impegnando tutto il gruppo nella ricerca di proposte, elaborazioni, soluzioni unitarie in ordine a:

-iniziative di promozione dell’innovazione metodologico-didattica;

-monitoraggio delle iniziative attuate;

Favorire per i docenti la consulenza psicopedagogica per un più efficace approccio didattico a favore degli alunni;

Curare le comunicazioni Scuola-Famiglia in riferimento all’ambito di competenza ed in collaborazione con l’ufficio amministrativo preposto;

Raccordi con i consigli di classe interessati;

Riferire periodicamente al Dirigente Scolastico sullo stato dell’arte;

Coordinare eventuali richieste di risorse e supporti didattici specifici;

Favorire la diffusione della conoscenza dei relativi protocolli adottati dall’Istituzione scolastica;

Inviare le eventuali informazioni per la pubblicazione sul sito e verificare che siano aggiornate.

Referente Istruzione domiciliare

Redazione progetto;

Programmazione delle attività; Coordinamento realizzazione attività;

Curare il monitoraggio delle attività, la documentazione a cura dei soggetti coinvolti, la relazione finale, Predisposizione dell’orario delle lezioni ed eventuali successivi adeguamenti, se necessario;

Curare le comunicazioni Scuola-Famiglia in riferimento all’ambito di competenza ed in collaborazione con l’ufficio amministrativo preposto;

Raccordi con i consigli di classe interessati;

Riferire periodicamente al Dirigente Scolastico sullo stato dell’arte;

Coordinare eventuali richieste di risorse e supporti didattici specifici;

Commissione per il contrasto al bullismo e cyberbullismo

Referente F.S.

Componenti: Docenti che hanno partecipato alla formazione specifica.

Dipartimenti

Considerando che la cultura del progettare fa crescere la dimensione collegiale e dà identità professionale

alla scuola, il piano dell’ offerta formativa per l’anno scolastico 2021/2022 vuole dare maggiore risonanza

alla “voce” dei dipartimenti  disciplinari.

I Dipartimenti sono organismi collegiali, formati da docenti che analizzano e condividono i saperi essenziali  della  disciplina  stessa  e  contestualmente  adeguano  alle  realtà  cognitive  degli  alunni  nel rispetto  della  loro  crescita  evolutiva,  progettando  percorsi  strutturati  secondo  criteri  rinnovati  di ricerca-sperimentazione, passando dalla collaborazione a una forma più complessa e autentica di oggettiva professionalità: la cooperazione.

I dipartimenti hanno il compito di:

     Predisporre le linee didattiche di indirizzo generale che la scuola intende adottare per ogni singola disciplina in stretta relazione con le altre discipline facenti parte del dipartimento.

     definire i contenuti fondamentali della materia, da scandire nel percorso attuativo del piano di lavoro disciplinare;

      concordare strategie comuni inerenti scelte didattiche e metodologiche;

      sperimentare e diffondere rinnovate metodologie di intervento  didattico , finalizzato  al miglioramento dell’efficacia delle scelte previste dal PTOF;

     assecondare un continuo scambio  di idee per ogni punto  della pianificazione didattica, facilitando la partecipazione collettiva agli obiettivi standard richieste a livello di conoscenze e competenze;

     definire azioni di integrazione e definizione di massima delle programmazioni per obiettivi minimi e/o differenziati per gli alunni disabili e DSA;

      definire prove comuni (ingresso, in itinere e al termine dell’anno scolastico);

      progettare interventi di recupero e potenziamento delle strutture logico-cognitive;

      scegliere l’adozione di eventuali di materiali di supporto didattico- formativo;

      Predisporre l’adozione dei libri di testo;

      Individuare gli argomenti didattici da proporre in caso di supplenze.

Si prevedono, nel corrente anno scolastico, 5 incontri (n.2 a Settembre) della durata di circa due ore ciascuno.

       A settembre,  prima  di  inizio  scuola,  per  elaborare  e  concordare  linee  guida  nella

programmazione annuale di riferimento (alla quale dovranno riferirsi i singoli docenti nella

stesura della propria programmazione individuale) e per seguire similari metodologie didattiche nonché utilizzare medesime prove di ingresso e predisporre progetti da inserire nel PTOF.

     A  novembre  per  analizzare  e  valutare  i  risultati  delle  prove  d’ingresso  e  sui  risultati progettare nuovi percorsi in visione del miglioramento e del potenziamento.

      A febbraio, al termine del primo quadrimestre, per monitorare e valutare l’andamento

delle varie attività e apportare quindi eventuali correttivi.

     Ad aprile –maggio, prima della scelta dei libri di testo per dare indicazioni sulle proposte degli stessi, prendere accordi per gli Esami di Stato e per fare un consuntivo generale dell’iter percorso.

Al termine di ogni incontro sarà redatto un verbale che annoterà le attività svolte all’interno di ogni dipartimento.

Il lavoro di ogni Dipartimento è coordinato da un docente referente (Coordinatore), nominato dal Dirigente Scolastico, che:

          Rappresenta il Dipartimento disciplinare

          Su delega del Dirigente Scolastico, presiede le riunioni del Dipartimento

programmate dal Piano annuale delle attività. Può richiedere, inoltre, la convocazione del dipartimento su propria iniziativa o su richiesta motivata espressa dalla maggioranza dei docenti del dipartimento.

     È il punto di riferimento per i docenti del proprio Dipartimento e garante del funzionamento e della trasparenza del Dipartimento

     Raccoglie la documentazione e i verbali delle riunioni di Dipartimento.

I COORDINATORI DEI DIPARTIMENTI DISCIPLINARI

Per l’anno scolastico 2021 – 2022 vengono nominati coordinatori dei dipartimenti i seguenti docenti:

SCUOLA DELL’INFANZIA

COORDINATORE  Sandra Spena

SCUOLA PRIMARIA

CLASSI PARALLELE                                       COORDINATORE

Prime

Vitale Paola

Seconde

Fortunato Paola

Terze

Beatrice Gabriella

Quarte

Procida Rosanna

Quinte

Pierro Rita

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

DIPART. AREA LINGUISTICO-STORICO-SOCIALE

COORDINATORE

Lardieri Stefania

 

DIPART. AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO TECNOLOGICA

COORDINATORE

Vasso Roberta

 

DIPART. AREA ARTISTICO ESPRESSIVA

COORDINATORE

Foglia Katiuscia

Il dipartimento disciplinare è composto da tutti i docenti delle discipline d’ambito e dai docenti di sostegno, secondo aggregazioni funzionali.

–     Regolamento Generale dei Dipartimenti Disciplinari

–     Composizione e prerogativa dei dipartimenti

I   Dipartimenti   disciplinari   sono   sedi   deputate   alla   ricerca,   all’innovazione   metodologica   e

disciplinare ed alla diffusione interna della documentazione educativa, allo scopo di favorire scambi di informazioni, di esperienze e di materiali didattici.

I lavori vengono coordinati da un docente nominato dal Dirigente scolastico, previa autocandidatura proposta dal dipartimento stesso e/o dallo stesso DS, tenendo conto anche di esperienze e competenze di organizzare e promuovere attività di lavoro finalizzate al miglioramento della didattica.

Tra le competenze dei Dipartimenti rientrano:

–     la definizione degli obiettivi, l’articolazione didattica della disciplina e i criteri di valutazione;

–     la costruzione di un archivio diverifiche;

–     la scelta dei libri di testo e dei materiali didattici;

–     la scelta delle modalità di verifica e la costruzione di verifiche comuni;

–    il confronto delle diverse proposte didattiche dei docenti in ordine alla disciplina;

–     l’innovazione, attraverso un lavoro di ricerca e autoaggiornamento;

–     la promozione di proposte per l’aggiornamento e la formazione del personale;

–     la promozione, la sperimentazione di metodologie didattiche plurime.

Il dipartimento disciplinare è composto da tutti i docenti delle discipline d’ambito e dai docenti di sostegno, secondo aggregazioni funzionali.

Funzionamento dei dipartimenti disciplinari

  1. 1. Le riunioni dipartimentali si svolgono nei tempi fissati dall’art. 27 del C.N.L. vigente, non superando di norma 40 ore annuali comprensive delle convocazioni ordinarie e straordinarie del collegio docenti;
  1. 2. Ciascun incontro si svolge con le seguenti modalità:

-discussione, moderata dal coordinatore, che assegna la parola sulla base dell’ordine di prenotazione;

-delibera sulle proposte;

  1. 3. le delibere:

–     vengono approvate a maggioranza semplice dei docenti presenti;

–     non possono essere in contrasto con il P.T.O.F. e con il P.E.I., pena la loro validità;

–     una volta approvate divengono parte delle delibere del collegio docenti;

–       le delibere così assunte non possono essere modificate né rimesse in discussione, fino a che non si presentino elementi di novità che richiedano nuova discussione, nuova elaborazione e procedura deliberante.

  1. 4. ciascun docente:

–          ha l’obbligo contrattuale (ex. art. 27 C.C.N.L. vigente) di partecipare alle riunioni di dipartimento.

in caso di assenza per motivi giustificati deve avvisare il coordinatore e giustificare l’assenza per iscritto al dirigente;

–           ha il diritto di richiedere al coordinatore che vengano messi all’ordine del giorno argomenti da discutere.

Funzioni del docente Coordinatore del Dipartimento disciplinare:

  1. coordina le attività di programmazione disciplinare per:

    rivedere sistematicamente i curricoli e le unità di apprendimento;

    rilevare situazioni di eventuali differenze nella programmazione delle classi da sottoporre

all’attenzione dei colleghi;

    approfondire problematiche sulla valutazione;

    dare indicazioni ai Referenti della Valutazione sui contenuti e sullo svolgimento delle prove di verifica di fine anno;

    prendere accordi per gli esami di stato;

    valutare le proposte di nuove adozioni .

  1. Su delega del Dirigente Scolastico, presiede le riunioni del Dipartimento.
  2. Propone iniziative di aggiornamento su tematiche individuate dal dipartimento.
  3. Fa circolare materiali didattici prodotti all’interno dell’istituto.
  4. Favorisce occasioni di ricerca didattica attorno a temi di rilevanza professionale (valutazione, tecnologie didattiche, ecc. ).
  1. Costituisce un punto di riferimento per i nuovi docenti (nuove nomine e/o supplenti) della disciplina.
  2. Informa periodicamente il Dirigente sullo sviluppo della programmazione disciplinare nelle varie classi e sulla funzionalità del dipartimento.

Coordinatore consigli di intersezione/interclasse/classe

L’incarico di Coordinatore prevede lo svolgimento dei seguenti compiti:

Presiedere i consigli di intersezione/interclasse /classe in caso di assenza o di impedimento del Dirigente

scolastico e designare un segretario verbalizzante;

sovrintendere alla rilevazione dei casi di allievi in posizione critica riguardo a: evasione, dispersione, ritardi, infrazioni disciplinari e profitto scadente in più discipline inviando avvisi scritti alla famiglia dell’allievo ; segnalare eventuali esigenze di interventi integrativi e i casi di alunni che tendono ad evadere l’obbligo d’istruzione ;

controllare che le giustifiche delle assenze siano regolarmente effettuate dai genitori degli alunni;

rilevare assenze e ritardi e comunicarle attraverso uno schema riepilogativo al Consiglio di classe; raccogliere le proposte di nuova adozione o di conferma dei libri di testo e redigere l’elenco completo degli stessi;

curare la raccolta delle autorizzazioni per la partecipazione ad attività parascolastiche e/o extrascolastiche;

raccogliere in tempo utile e revisionare il materiale necessario per procedere agli scrutini;

informare le famiglie sullo svolgimento delle attività e sulle modalità della loro partecipazione alla vita della scuola e su specifici problemi riguardanti i singoli alunni e la classe.

SCUOLA PRIMARIA:

Consiglio di interclasse “Campo Sportivo”: tutte le classi (Coordinamento: Referente di plesso);

Consiglio di interclasse “Corvinia”: tutte le classi (Coordinamento: Referente di plesso); Consiglio di interclasse “Dante Alighieri”:

Classi prime – Coordinamento: Marotta Cristina;

Classi seconde: Coordinamento: Fortunato Paola;

Classi terze: Coordinamento: Concilio Irene; Classi quarte: Coordinamento: Procida Rosanna; Classi quinte: Coordinamento: De Donato Vincenza.

Consiglio di interclasse “Sant’Antonio”: tutte le classi (Coordinamento: Referente di plesso).

Delega a presiedere i Consigli di interclasse in caso di impedimento o di assenza del Dirigente scolastico.

Coordinatori di classe Scuola Primaria

Coordina la progettazione della classe;

Mantiene, in collaborazione con gli altri docenti della classe, il contatto con la rappresentanza dei genitori. In particolare, mantiene la corrispondenza con i genitori di alunni in difficoltà;

Controlla regolarmente le assenze degli studenti ponendo particolare attenzione ai casi di irregolare frequenza ed inadeguato rendimento.

Presiede le sedute del CdC (anche nelle operazioni relative agli scrutini), quando ad esse non intervenga il Dirigente.

Coordinatori di classe Scuola Secondaria di I grado

 Si occupa della stesura del piano didattico della classe;

 Si tiene regolarmente informato sul profitto e il comportamento della classe tramite frequenti contatti con gli altri docenti del consiglio;

 È il punto di riferimento circa tutti i problemi specifici del consiglio di classe;

 Ha un collegamento diretto con la presidenza e informa il dirigente sugli avvenimenti più significativi della classe facendo presente eventuali problemi emersi;

 Mantiene, in collaborazione con gli altri docenti della classe, il contatto con la rappresentanza dei genitori. In particolare, mantiene la corrispondenza con i genitori di alunni in difficoltà;

 Controlla regolarmente le assenze degli studenti ponendo particolare attenzione ai casi di irregolare frequenza ed inadeguato rendimento.

 Presiede le sedute del CdC, quando ad esse non intervenga il Dirigente.

Webmaster/Responsabile sito web

– Aggiornamento e manutenzione della struttura del sito web dell’Istituto secondo quanto previsto dalla

normativa vigente (D.L.vo 97/2016, Tabella allegata alla delibera ANAC n. 430/2016, Legge 4/2004).

– Aggiornamento costante del sito con inserimento di documenti previsti dalla normativa vigente (Privacy e note  legali,  Area  lasciata alla  libera  scelta  della  Scuola)  e materiali  vari,  sottoposti,  in  via  preventiva, all’attenzione del DS per la necessaria autorizzazione.

–  Collaborazione  con  il  personale  di  Segreteria  incaricato  della  pubblicazione  dei  provvedimenti  di competenza nelle sezioni preposte alle comunicazioni;

–  Acquisizione  informazioni  e  materiali  dai  docenti  referenti  dei  progetti  didattici  al  fine  della  loro pubblicazione nelle sezioni dedicate del sito;

– Realizzazione di azioni mirate volte ad assicurare l’“accessibilità” intesa come capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie o configurazioni particolari.

– Relazione periodica al Dirigente scolastico sul numero delle utenze suddivise per tipologia (docente, genitore, ecc.) cui ha rilasciato autorizzazione alle aree dedicate.

– Elaborazione, proposta al Dirigente scolastico e promozione di azioni di miglioramento del sistema di comunicazione interno ed esterno.

– Cura della progettualità relativa al settore di competenza.

– Stesura di relazione di verifica finale con proposte di miglioramenti per l’a.s. successivo.

– Aggiornamento della componente tecnica e sistemistica del sito al fine di ridurne gli attacchi e l’eventuale

utilizzo improprio delle informazioni in esso contenute.

Nello svolgimento del suddetto incarico la S.V. resterà in comunicazione costante con lo scrivente Dirigente Scolastico e con la D.S.G.A.

Si avvarrà della collaborazione di un team di supporto individuato in referenti specifici nei plessi sulla base di disponibilità e competenze. Il riferimento e la collaborazione diretta sarà, in ogni caso, con il “Team per l’Innovazione Digitale” e con il personale amministrativo individuato dal D.S.G.A. abilitato a operare per i rispettivi settori di competenza.

L’R.P.P. per quanto concerne il profilo privacy dovrà fare riferimento al DPO nominato. …

Animatore digitale

L’animatore digitale avrà il compito di favorire il processo di digitalizzazione della scuola nonché diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del “Piano Nazionale Scuola Digitale”.

Avrà,  dunque,  un  ruolo  strategico  nella  diffusione  dell’innovazione  digitale,  in  particolare l’animatore digitale curerà:

  1.  la Formazione  interna:  stimolare  la  formazione  interna  alla  scuola  negli  ambiti  del PNSD, attraverso organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi;
  2. il coinvolgimento della Comunità Scolastica: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi rivolti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;
  3. la creazione di soluzioni innovative: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere  all’interno degli  ambienti della scuola(  uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure. L’Animatore digitale, inoltre, sarà destinatario di un percorso formativo ad hoc su tutti gli ambiti e le azioni del PNSD inteso a  sviluppare  le  competenze  e  le  capacità  dell’animatore  digitale  nei   suoi   compiti principali (organizzazione della forma- zione interna, delle attività dirette a coinvolgere la comunità scolastica intera e individuazioni di soluzioni innovative metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno de- gli ambienti della scuola).

Team digitale

Componenti: Spena Sandra, Vitale Paola, Somma Carmine, Cesaro Antonietta.

Coordinamento: Animatore digitale Alfonso Palumbo.

L’ Animatore digitale, una figura con spiccate capacità organizzative che avrà un ruolo strategico nella diffusione e nell’innovazione digitale nella comunità scolastica, si avverrà di figure specifiche, con le quali costituire un Team digitale, che avrà i seguenti compiti:

  supportare e accompagnare l’innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche e l’attività dell’Animatore digitale, che promuove gli obiettivi previsti dal PNSD;

   favorire il processo di digitalizzazione della scuola, coinvolgendo tutto il personale, stimolando la sperimentazione, l’aggiornamento e la formazione.

Tutors docenti neoimmessi in ruolo

Ciascun tutor ha il compito di “sostenere il docente in formazione affidatogli durante il corso dell’anno per quanto attiene alla programmazione educativa e  didattica, alla progettazione  di itinerari didattici, alla predisposizione di strumenti di verifica e valutazione”.

IL DOCENTE TUTOR si adopererà in modo da facilitare i rapporti interni ed esterni all’istituto e di accesso all’informazione” (CM 267/91).

Durante la formazione in ingresso il neo docente elabora un proprio portfolio professionale, che si conclude con un progetto formativo personale, sulla base dell’autoanalisi delle proprie competenze maturate anche a seguito della formazione e dei bisogni della scuola in cui presta la propria attività. Il Portfolio assume un risvolto   di    carattere    esclusivamente    formativo    e    di    documentazione    personale    del    docente. Il Piano formativo comprende le seguenti fasi per un totale complessivo di 50 ore di attività: a) Incontri informativi  e  di  accoglienza  iniziali  e  di  restituzione  finale  (6  ore);  b)  Laboratori  formativi  dedicati  in presenza  o  on-line    (12    ore);    c)    Formazione    on-line    (20    ore);    d)    Peer    to    Peer    (12    ore). Al completamento della formazione il tutor accogliente dovrà compilare un questionario esplicativo dell’esperienza svolta e stampare l’attestato sull’attività di tutoring effettuata. Tale attestato sarà firmato dal Dirigente Scolastico. Il portfolio professionale sarà presentato e discusso alla fine dell’anno di prova con il Comitato di valutazione della scuola e comprenderà al suo interno una relazione finale in forma di documentazione didattica

Referenti progetti specifici: Referente Progetto Lettura

redazione progetto accogliendo le proposte dai plessi;

in collegamento con i responsabili di plesso, raccordare le iniziative che afferiscono all’area assegnata;

curare l’organizzazione e la partecipazione ad iniziative in relazione all’ambito assegnato coinvolgendo docenti, alunni, genitori, istituzioni, enti ed associazioni locali, organismi nazionali ove necessario; curare la raccolta e la diffusione della documentazione;

produrre materiali attinenti l’area di competenza per il sito web istituzionale;

verifica-valutazione del progetto con monitoraggio in itinere e valutazione finale.

Referente “Attività motoria+ Progetto Pallavolo- Scuola primaria” Coordinamento delle iniziative a livello di istituto scolastico e delle attività dei referenti a livello di plesso scolastico.

Organizzazione e coordinamento delle riunioni periodiche dei componenti del Centro Scolastico Sportivo, a fini organizzativi.

Collaborazione con l’Ufficio di Segreteria per la predisposizione dei moduli di partecipazione degli alunni. Monitoraggio, valutazione e documentazione finale del progetto.

Referente Giochi Sportivi studenteschi+ Progetto Pallavolo-Scuola

Secondaria

Coordinamento delle iniziative a livello di istituto scolastico.

Organizzazione e coordinamento delle riunioni periodiche dei componenti del Centro Scolastico Sportivo, a

fini organizzativi.

Collaborazione con l’Ufficio di Segreteria per la predisposizione dei moduli di partecipazione degli alunni. Monitoraggio, valutazione e documentazione finale del progetto.

Referente” Frutta e verdura nelle scuole” – “Latte nelle scuole” – “Progetto Ruralimbiente”

Conoscenza dei documenti ministeriali sull’educazione alla salute, all’alimentazione e all’educazione ambientale, redazione progetti accogliendo le proposte dai plessi; in collegamento con i responsabili di plesso, raccordare le iniziative che afferiscono all’area assegnata; curare l’organizzazione e la partecipazione alle  iniziative  coinvolgendo  docenti,  alunni,  genitori,  istituzioni,  enti  ed  associazioni  locali,  organismi nazionali  ove  necessario;  curare  la  raccolta  e  la  diffusione  della  documentazione;  produrre  materiali attinenti l’area di competenza per il sito web istituzionale; verifica-valutazione progetti con monitoraggio in itinere e valutazione finale.

Referenti COVID

Il referente scolastico COVID-19 svolgerà un ruolo di interfaccia con il dipartimento di prevenzione anche

mediante la creazione di una rete con le altre figure analoghe nelle scuole del territorio.

    Nel  caso  di  assenze  in  una  classe  deve  comunicare  al  Dipartimento  di  Prevenzione  (DdP)  se si  verifica  un numero   elevato   di   assenze   improvvise   di   studenti   in   una   classe   (es.   40%;   il valore deve tenere conto anche della situazione delle altre classi) o di insegnanti.

  In presenza di casi confermati COVID-19 dovrà agevolare le attività di contact tracing con il Dipartimento di Prevenzione dell’ATS:  fornire l’elenco degli alunni della classe in cui si è verificato il caso confermato;

  • Fornire  l’elenco  degli     insegnati/educatori     che     hanno     svolto     l’attività     di     insegnamento all’interno della classe in cui si è verificato il caso confermato;
  • fornire elementi per la ricostruzione dei contatti  stretti  avvenuti  nelle  48  ore  prima  della comparsa dei    sintomi    e    quelli    avvenuti    nei    14    giorni    successivi    alla    comparsa    dei    sintomi.    Per i  casi  asintomatici,  considerare  le   48   ore   precedenti   la   raccolta   del   campione   che   ha   portato alla diagnosi e i 14 giorni successivi alla diagnosi;
  • indicare eventuali alunni/operatori scolastici con fragilità;
  • fornire eventuali elenchi di operatori scolastici e/o alunni assenti.
  • I referenti scolastici di plesso per COVID-19 devono interfacciarsi con il referente scolastico COVID-19 (o in sua assenza il sostituto) per lo scambio di informazioni sui protocolli  di prevenzione e controllo in ambito scolastico e sulle procedure di gestione dei casi COVID-19 sospetti o confermati.
  • I referenti    daranno    supporto    al    Dirigente    all’interno    della    Commissione    Sicurezza    con    la finalità di monitorare l’applicazione di tutte le misure e iniziative per il contrasto della diffusione del COVID-19 ai sensi del protocollo  d’intesa  per  garantire  l’avvio  dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid 19.
Link vai su