Ultima modifica: 9 Novembre 2020
> Newsletters > Dispositivo emergenza COVID

Dispositivo emergenza COVID

Ciao Iscritto

in data odierna è stata inserita la seguente circolare nel sito

Dispositivo emergenza COVID

AL DSGA

AGLI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI AI COLLABORATORI SCOLASTICI AI DOCENTI All’USR CAMPANIA All’UAT di Salerno Al Sindaco del Comune di Pontecagnano Faiano Dott. Giuseppe Lanzara All’Ufficio Scuola Dott. Luca Coppola Alla RSU

Al RLS Al RSPP

AL SITO WEB

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 ottobre 2020, recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 265 del 25 ottobre 2020; VISTE le delibere del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, del 29 luglio 2020edel 7 ottobre 2020 con le quali è stato dichiarato e prorogato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili; VISTA la dichiarazione dell'Organizzazione mondiale della sanità dell'11 marzo 2020 con la quale l'epidemia da COVID-19 è stata valutata come «pandemia» in considerazione dei livelli di diffusività e gravità raggiunti a livello globale; Considerati l'evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia e l'incremento dei casi sul territorio; VISTI i verbali nn. 122 e 123 delle sedute del 31 ottobre e del 3 novembre 2020 del Comitato tecnico-scientifico di cui all’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile 3 febbraio 2020, n. 630, e successive modificazioni e integrazioni; VISTO il Decreto Legge 16 marzo 2020, che all’art. 84 (Misure straordinarie in materia di lavoro agile e di esenzione dal servizio e di procedure concorsuali) prevede che “1. Fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, che, conseguentemente: a) limitano la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell’emergenza; b) prescindono dagli accordi individuali e dagli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81. 2. La prestazione lavorativa in lavoro agile può essere svolta anche attraverso strumenti informatici nella disponibilità del dipendente qualora non siano forniti dall’amministrazione. In tali casi l’articolo 18, comma 2, della legge 23 maggio 2017, n. 81 non trova applicazione. 3. Qualora non sia possibile ricorrere alle forme di lavoro agile nella forma semplificata di cui al comma 1, lett. b), le amministrazioni utilizzano gli strumenti delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e di altri analoghi istituti, nel rispetto della contrattazione collettiva. Esperite tali possibilità le amministrazioni possono motivatamente esentare il personale dipendente dal servizio. Il periodo di esenzione dal servizio costituisce servizio prestato a tutti gli effetti di legge e l'amministrazione non corrisponde l'indennità sostitutiva di mensa, ove prevista. Tale periodo non è computabile nel limite di cui all’articolo 37, terzo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3”. VISTO l’art. 5 c. 4 lett. a) del DPCM del 4 novembre 2020 secondo il quale “Il personale assistente amministrativo svolge la propria attività lavorativa, per quanto possibile, in modalità agile; impone a ogni dirigente pubblico di “organizzare il proprio ufficio assicurando, su base giornaliera, settimanale o plurisettimanale, lo svolgimento del lavoro agile nella percentuale più elevata possibile”; VISTA la legge 146/90 (contingenti minimi) VISTA la nota MIUR 1990 del 5 novembre 2020; VISTE le Ordinanze n. 86del 30/10/2020, n.89 del 5 novembre 2020 del Presidente della Regione Campania; SENTITO il DSGA; SENTITO il RLS; SENTITO il RSPP; VISTI gli atti d’ufficio; VISTO l’art.18 del T.U.81/2008; CONSTATATA che è garantita la custodia e sorveglianza dei locali scolastici; CONSIDERATA la urgente necessità di contenere il più possibile gli spostamenti fisici delle persone; CONSIDERATA l’opportunità, al fine di contenere il più possibile lo spostamento del personale, di prevedere modalità di lavoro in remoto per il personale amministrativo; AI FINI del necessario assolvimento alle disposizioni governative e alla tutela e sicurezza dei lavoratori, in qualità di datore di lavoro

INFORMA

le SS.LL. che, nella situazione di emergenza sanitaria determinata da infezione da Covid-19 e nella condizione di sospensione delle attività didattiche in presenza - ferma restando la necessità di assicurare lo svolgimento delle attività dell’Istituto indifferibili, la scrivente Dirigente Scolastica,

DISPONE

Il funzionamento amministrativo degli uffici di questa istituzione scolastica, dal Lunedì al Venerdì fino alla data di cessazione dell’emergenza Covid-19 o di diversa data indicata dalle Autorità preposte, secondo le seguenti precisazioni: 1. MODALITA’ DI LAVORO: • Prestazione di lavoro in remoto (ove possibile) con strumentazioni tecnologiche in proprio possesso e/o ottenute in comodato d’uso dalla istituzione scolastica; • Turnazioni per garantire la presenza in ufficio per attività indifferibili nonché per assicurare i servizi minimi essenziali in funzione delle scadenze più urgenti ed ordinarie. Sul sito della scuola è pubblicato l’indirizzo e-mail presso cui far pervenire le istanze per urgenze che saranno prese in carico da ciascun Assistente Amministrativo in funzione delle mansioni a ciascuno assegnate nel piano annuale delle attività. Sul sito della scuola è altresì pubblicato il n. di telefono a cui rivolgersi per urgenze. Personale Amministrativo Con la presente determina di questa Dirigenza si comunica il ricorso massivo al lavoro in remoto per i giorni per i quali non è prevista la presenza in servizio finalizzata ad assicurare il contingente minimo, come da calendario allegato. In particolare si procederà a: a. autorizzare i singoli dipendenti, secondo le mansioni che ciascuno può svolgere da remoto con specifico riferimento al Piano annuale delle attività; b. garantire, tramite rotazione, come da allegato contingente minimo che dovrà assicurare lo svolgimento in presenza sul luogo di lavoro delle attività dell’Istituto che non si possano disbrigare con il lavoro da remoto e siano valutate come indifferibili. Nell’individuazione del personale da utilizzare nel contingente minimo, si escluderanno in via prioritaria a domanda - in ottemperanza alle disposizioni di cui ai DPCM attuativi del DL n. 6/2020: a) i soggetti portatori di patologie che li rendono maggiormente esposti al contagio, b) i dipendenti sui quali grava la cura dei figli a seguito della sospensione dei servizi dell’asilo nido e delle scuole dell’infanzia, c) coloro che si avvalgono dei servizi pubblici di trasporto per raggiungere la sede lavorativa. Collaboratori Scolastici Il personale collaboratore poiché non potrà attuare forme di lavoro da remoto, continuerà a prestare servizio in presenza assicurando la pulizia degli ambienti scolastici. Le presenti disposizioni si applicano a far data da lunedì 09/11/2020 fino a nuove disposizioni, salvo modifiche che si rendessero necessarie a seguito di successive e diverse disposizioni normative in merito a quanto disposto.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Antonietta Cembalo Firmato Digitalmente

Visualizza la circolare sul sito

Link vai su